Pulsante cerca Cerca

Quali temi verranno trattati durante Brera Design Days?

Smart Cities

A livello internazionale, la Città di Milano è già membro attivo delle maggiori reti europee e mondiali che oggi si occupano di Smart Cities.
È nel continuo dialogo e scambio con le proprie comunità che si può dar vita ad una città intelligente. È nella collaborazione tra pubblico e privato che Milano può competere a livello nazionale ed europeo per diventare un punto di riferimento di innovazione e sostenibilità.
Di questo si discuterà con esperti del settore, istituzioni e aziende, presentando soluzioni e cases study internazionali.

People

Incontri, dialoghi, interviste con alcune delle figure più rappresentative del design italiano e non solo.
Designers, giornalisti, critici, aziende e ricercatori si alterneranno sul palco per raccontarci il mondo del design oggi, i trend futuri e le aspirazioni di Milano: capitale mondiale del design.

Gamification

Dopo l’esperienza positiva della prima Game Design Week di Milano, durante l’ultima edizione del Fuorisalone, si ripropone un momento di riflessione sul mondo del gaming e sulle implicazioni della gamification nel mondo del design e dei servizi.
Questa sezione prevede una serie di conferenze tenute da grandi esperti internazionali del settore, un workshop/Hackathon di tre giorni in cui verrà sviluppato un videogioco narrativo e la prima edizione della gamification award a cura di IED.

Grafica

Dopo il successo della mostra “Dear Data” promossa da Brera Design District durante il Fuorisalone 2016, Brera Design Days propone numerosi appuntamenti che pongono i riflettori sul progetto grafico, dall’illustrazione al lettering, dalla stampa al web. In collaborazione con Abitare e Fondazione Mondadori.

Ibridazione

Oggi i designers progettano mobili e automobili, cellulari e iPod, packaging ed etichette, grafica editoriale e comunicazione visiva, padiglioni per le fiere, artefatti per il web, fashion e così via.
Design oggi significa quindi progettazione di artefatti tridimensionali e non solo di prodotti. Design significa anche progettazione di artefatti visivi, informativi, comunicativi e virtuali. La distanza tra i due tipi di progettazione tende a scomparire: è ormai nel rapporto tra comunicazione visiva e materialità del prodotto che si gioca la competitività di esso.

Scenari Visivi

La progettazione della “corporate image” si è sviluppata nel design strategico, design degli eventi, design per la valorizzazione delle risorse territoriali e così via.
Artefatti tridimensionali e artefatti visivi sono sempre più interconnessi, la progettazione dei nuovi scenari visivi si intreccia sempre più con l’arte, la fotografia, il video e il web.

Interaction Design

Uno studio condotto da ricercatori della Penn State University ha dimostrato che l’interattività rappresenta uno dei fattori più potenti per il coinvolgimento degli utenti in Rete e non solo in Rete: l’interattività stimola l’utente ad avere un atteggiamento più positivo nei confronti del messaggio che si intende veicolare o dello spazio con cui interagisce.
Per questo la natura più profonda dell’interaction design è, e rimarrà sempre, la spinta alla condivisione alla partecipazione e al coinvolgimento degli utenti.
Si parlerà di interaction design attraverso conferenze e laboratori aperti a tutti, in collaborazione con Università degli Studi Milano Bicocca.